cjantin par furlan

Le sirene - La sirena
(Adriano Blasich)
 


Quant che sune la sirene
duc' e s'ciampin fr dal jet:
eco il Domo c'al sdrondene,
e po al torne dut cujet.

L'areoplano si avicine,
il Cis'ciel entre in azion;
cui che treme va in cantine
fin che sbrin cul canon!

Ve' il todesc che si slontane
quant che il nestri 'i cr dar:
torne a sbati la ciampane;
citadin, tu ss sicr!

Todesct, va l in malore,
va a remengo, a tombolon,
di vign cuss a buinore
a svenus cul canon!

 

Quando suona la sirena,
tutti scappano fuori dal letto,
ecco il Duomo che scompanotta,
e poi tutto s'acquieta.


L'aeroplano s'avvicina,
il Castello entra in azione,
chi trema [di paura] va in cantina,
mentre sparano col cannone!


Ve' l'aereo tedesco che s'allontana
quando il nostro lo rincorre;
torna a suonare la campana;
cittadino, te la sei cavata!


Tedescaccio, va' l in malora,
va "a remengo", a rotoloni;
capitare cos a buon'ora
a svegliarci col cannone.
 

 Motivo convertito in formato MIDI da PIVUTE dai "Bntars"