cjantin par furlan

Stelutis Alpinis - Stelle alpine
(Arturo Zardini)
  

Se tu vens c s ta' cretis
l che lr mi n sotert,
al un splz plen di stelutis;
dal mi sanc l' stt bagnt...

Par segnl, une crosute
j scolpide l tal cret;
fra che' stelis 'ns l'erbute,
sot di lr io dar cujet.

Ciol, su, ciol, une stelute
che ricuardi il nestri ben:
tu 'i dars 'ne bussadute
e po' pltile in tal sen.

Quan' che a ciase tu ss sole
e di cr tu preis par me,
il mi spirt ator ti svole:
io e la stele 'o sin cun te.

Se giungi quass, tra le rupi
dove "essi" mi hanno sepolto,
c' uno spiazzo fiorito di stelle alpine;
del mio sangue stato bagnato.

Per segnale una piccola croce
scolpita l nella roccia.
Tra quelle stelle nasce l'erbetta,
ed io, sotto, riposo in pace.

Cogli, s, cogli una stella alpina
che ricordi il nostro amore:
tu le darai un trepido bacio
e poi nascondila nel seno.

Quando a casa sei sola,
e di cuore preghi per me,
il mio spirito ti alegger d'intorno:
io e la stella saremo con te.

Motivo convertito in formato MIDI da Denis Casarsa.