cjantin par furlan

Buine sere cjase scure
 

Buine sere, ciase scure,
ciase scure in miez dai ciamps,
e j spieti te criure
che ti illuminin i lamps.

Btin undis, btin dodis,
il burlz s ingrope in cl :
no uacadis pe campagne,
e pe vile no un sivl.

Siviladis vie pe vile
quan co levi a fa lamr
e uacadis pe campagne,
e vosadis tal s'gianr !

Buine sere, buine sere,
ciase scure dal mi cr !
Cui siei pizzui j la dentri,
e bessl j ca di fr.

Lis perulis co vin ditis,
lis bussadis di scuindn...
minsumio? tinsumistu?
dutis ladis a passn !

Buine sere, ciase scure,
ciase scure in miez dai ciamps,
e j spieti te criure
che ti illuminin i lamps.

Buona sera, casa scura,
casa scura in mezzo ai campi
io aspetto fuori nel gelo
che ti illumini il bagliore dei lampi.

Battono le undici, battono le dodici,
il temporale si ingarbuglia in cielo:
nessun abbaiare nei campi,
n un sibilo per il paese.

Quanti fischi per le strade
quando andavo a fare lamore
e latrati nei campi
e grida tutto attorno !

Buona sera, buona sera,
casa scura del mio cuore !
Con i suoi figli lei la dentro
io da solo, qui fuori.

Le parole che abbiamo detto,
i baci dati di nascosto...
sogno io? sogni tu?
tutto andato in fumo.

Buona sera, casa scura,
casa scura in mezzo ai campi,
io aspetto, fuori nel gelo,
che ti rischiarino i lampi.

BINDO CHIURLO
ARTURO ZARDINI
LUIGI AITA
EZIO STABILE
RICCARDO CASTELLANI

 Motivo convertito in formato MIDI da PIVUTE dai "Bntars"